domenica 20 marzo 2011

Unità d'Italia

17 Marzo festa nazionale...che cazzo faccio??? Mi sveglio alle 9 e qui tutti dormono. Non posso fare rumore non posso fare nulla...uff.... vado all'Esselunga....un po di spesa mi distrarrà. Ovviamente piove. Pendo il carrellino e mi avvio....che tristezza. E' pieno di gente e scopro un livello di civiltà che noi neanche ci sogniamo. In primo luogo c'è il parcheggio per i carellini. Qui le distanze sono grandi e si percorrono a piedi e cosi tutti o quasi hanno il carrellino. Cosi all'ingresso dell'Esselunga, c'è uno spazio lungo delimitato da una piccola sbarra dove puoi lasciare il tuo carrellino e nessuno se lo frega! E ci puoi lasciare anche l'ombrello!! ovviamente io tutto questo l'ho scoperto all'uscita dopo aver messo il carrellino nel carrello e aver visto lo sguardo allibito delle persone, ma ovviamente non lo capivo. Ora so! Altra cosa fantastica. La Spesa Veloce. Tu all'ingresso ti fai una bella Carta fedeltà. Poi con questa si deve andare a ritirare un lettore di codice a barre, passando la carta magnetica su un sensore che ti assegna automaticamente il tuo lettore di codici.
Con il tuo bel lettorino, che ovviamente ha un suo alloggio sul carrello, vai in giro per il supermercato come al solito ma con la differenza che prima di mettere le cose nel carrello le devi passare con il lettore: quello segnala il prezzo e la quantità (utile anche per il controllo dei prezzi), puoi vedere tutta la lista della spesa e il costo di tutto quanto. Se non si riesce a leggere il prezzo per qualsiasi motivo, si mette il prodotto in disparte, che poi verrà passato dalla cassiera.
Finita l'operazione di carico (che andando in giro per il supermercato risulta anche carina... tutti con il lettore *pli pli* *pli pli*) si va alla cassa che è totalmente riservata per la spesa veloce. Si "dichiara" di aver passato tutto quanto, nel caso in cui ci siano prodotto non conteggiati, vengono aggiunti dalla cassiera, le si da il lettore di codici insieme alla tessera... si paga... ed è tutto finito!
Senza togliere e rimettere la spesa nel carrello, risulta tutto più veloce!
Per prevenire furti (che qui ovviamente possono anche essere solo che accidentali visto che non si è abituati, e quindi può capitare di buttare direttamente nel carrello senza prima passare il prodotto con il lettore) vengono fatti dei controlli a caso all'uscita, e qualora dovesse verificarsi qualche irregolarità fanno pagare il prodotto "dimenticato". Immaginate da noi la spesa proletaria?????
Torno a casa tutti dormono. Mi cucino un favoloso piatto di Bucatini alla matriciana. Burp. Nel frattempo la casa si sveglia e io ne approfitto finalmente per mettere a posto tutte le mie cose come suggerito dal Cotti...hauhauhuahau vabbe. Mi rilasso guardo un po di Tudor, studio un po di manuale tecnico datomi dalla valchiria e con piacere trovo una mail dell'admin che mi dice...”senti ma .... se ci si vedesse per una cena, io però dopo una certa ora non posso più tornare a casa perchè i treni non ci sono più. però tu convivi con altra gente... come famo?” O_O....famo che chiedo alla comune se puoi rimanere e ti faccio sapere....chiedo e rispondo che non ci sono problemi. Bene finalmente una cena fuori con una persona mai vista, ma che sulla carta pare simpatica. Notte Notte

2 commenti:

  1. ti ricordo che ti sta leggendo una che alla cassa amica dell'ikea si è "accidentalmente" presa in omaggio un appendipanni, una sedia da ufficio, un quadro e tipo 12 bicchieri. All'Esselunga potrei mangaire gratis per due mesi. Ahahahahaha

    RispondiElimina
  2. auuhauhauhauhauhaha appunto....

    RispondiElimina